Scopre ladro nel suo terreno: spara e lo uccide

Fucile (Julian Finney/Getty Images)
Fucile (Julian Finney/Getty Images)

Dramma ieri sera nelle campagne tra Foggia e Lucera, in località “Vaccarella”, dove un agricoltore ha aperto il fuoco contro tre cittadini extracomunitari, originari del Burkina Faso, che temeva stessero rubando nella sua proprietà. Ad avere la peggio uno dei tre, mentre un secondo uomo è rimasto lievemente ferito e il terzo sarebbe riuscito a fuggire senza riportare alcuna conseguenza. Sul posto sono giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri che stanno indagando sull’accaduto.

E’ la seconda tragedia simile in meno di un mese che si consuma nelle campagne del foggiano: nella notte tra il 25 e il 26 agosto, venne ucciso Antonio Di Ciomma, di 67 anni, di Cerignola, colpito a morte da un agricoltore, il 52enne Michele Marchese, proprietario di una masseria, che disse di aver sentito dei rumori e di aver sparato a scopo intimidatorio un colpo di fucile, regolarmente detenuto. La tragedia avvenne in una campagna sulla strada provinciale 125 tra Troia e Faeto.

L’altra notte, invece, i Carabinieri di Cassano allo Ionio hanno arrestato un uomo, accusato di tentato omicidio aggravato: si tratterebbe di un 32enne commerciante incensurato del posto, il quale aveva sorpreso un rumeno di 29 anni, residente anch’egli nel cosentino, mentre tentava di entrare all’interno della propria abitazione attraverso un balcone. Nel corso di una colluttazione seguita al tentato furto, lo avrebbe accoltellato con una grossa lama.

GM