Basket, Petrucci e Malagò: ”Preolimpico a Torino”. E Scariolo punzecchia l’Italia…

Giovanni Malagò (getty images)
Giovanni Malagò (getty images)

L’organizzazione del torneo preolimpico di Basket del prossimo luglio vede l’Italia in prima fila. Dopo l’uscita ai quarti di finale degli ultimi Europei e la qualificazione al Torneo che decreterà le restanti squadre che si qualificheranno per le Olimpiadi, Giovanni Malagò, Presidente del CONI e Gianni Petrucci, Presidente della Federazione italiana di Pallacanestro, si stanno muovendo per portare in Italia questa manifestazione La città prescelta è Torino. ”Torino è l’unica città che dispone di un palazzo da 15mila posti – spiega Malagò – ecco perché abbiamo optato per questa scelta. Sono stato a Berlino a tifare Italia, alle altre nazioni invidio solo le strutture, perché se c’è una cosa che rinfaccio a chi si è occupato di sport in questo Paese, dalla fine degli Anni 80 al 2008, è che si è pensato di più a provare a fare un risultato sportivo anziché costruire una casa”. Non sarà facile ottenere l’organizzazione in quanto bisognerà capire se all’Europa verranno assegnati un paio di gironi sui tre previsti. Altrimenti, la Turchia appare la netta favorita.

Intanto il Ct della Spagna Campione del Mondo Sergio Scariolo punzecchia gli azzurri: ”La Nazionale italiana ha fatto un passo in avanti, ora dovrà farne un altro per consolidarsi in altri aspetti del gioco. Con quel potenziale l’Italia poteva battere chiunque. Senz’altro è vero che l’Italia era molto più forte offensivamente che difensivamente, però il potenziale di tiro da tre punti della squadra e il talento individuale nell’uno contro uno di alcuni suoi giocatori, da Gentile a Gallinari e Belinelli, era talmente grande che in una partita secca, come è successo con noi mettendo più di 100 punti, potevano veramente battere chiunque”.

M.O.