Inciampa su un marciapiede rotto e muore

Marciapiede danneggiato (GENYA SAVILOV/AFP/Getty Images)
Marciapiede danneggiato (GENYA SAVILOV/AFP/Getty Images)

Tragedia nel centro storico di Napoli, a pochi passi da Porta Capuana, a causa dell’incuria con cui vengono tenute alcune strade: un anziano 83enne, infatti, è deceduto dopo essere inciampato su un asse di legno, collocato in strada per coprire una buca sul marciapiedi. L’episodio tragico si è consumato ieri intorno all’ora di pranzo in via Tristano Caracciolo, a pochi passi da via Cesare Rosaroll e Porta Capuana. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia.

L’asse copriva una grossa buca, per evitare che qualcuno si facesse male, ed era stato sistemato lì dal gestore di un call-center, di nazionalità pakistana. L’anziano sarebbe rovinosamente caduto a terra, non accorgendosi del dislivello, ma resta in piedi l’ipotesi che l’83enne abbia avuto un malore poco prima. Sulle eventuali responsabilità per quanto accaduto, indaga la polizia, intanto la tragedia riapre la polemica per lo stato di dissesto in cui sono tenute molte strade del capoluogo campano.

Sull’episodio è intervenuto Alfredo Di Domenico, l’attivista noto come ‘Bukaman’ per via delle sue continue denunce dello stato in cui sono ridotte strade e marciapiedi: “Esprimiamo il cordoglio per i familiari dell’anziano e chiediamo ancora una volta che venga posto rimedio al problema buche in città. Siamo in una città gruviera irta di ostacoli che si susseguono in ogni angolo e quartiere della città”.

GM