Ingoiò moneta per imitare mago, muore dopo due anni

Moneta (PETER MUHLY/AFP/Getty Images)
Moneta (PETER MUHLY/AFP/Getty Images)

Non ce l’ha fatta la bambina che due anni fa finì in coma dopo aver ingoiato una moneta; la ragazzina, all’epoca dei fatti aveva undici anni, è deceduta nelle scorse ore al SS. Annunziata di Taranto. Era il 24 ottobre 2013 quando – sembra per imitare Stevie Starr, rigurgitatore di mestiere, che la sera prima aveva visto esibirsi nello show “Italians got talent” andato in onda su Canale 5 – mentre era stesa sul letto e lanciava in aria patatine, che poi mangiava al volo, ha fatto la stessa cosa con una moneta.

La bambina chiamò aiuto e venne portata subito dalla mamma e dalla nonna in ospedale, ma le sue condizioni si aggravarono velocemente. Nel corso del tentativo di estrarre la moneta, attraverso una gastroscopia, qualcosa è andato storto: l’undicenne ha iniziato a vomitare e il conato le ha invaso i polmoni. A complicare la situazione, i danni al cervello che la mancata ossigenazione avrebbe causato. Infine, la moneta è finita di traverso nella trachea, sospinta da un vomito imprevisto.

Tutte fatalità, sostennero i medici, che hanno complicato irrimediabilmente il quadro clinico della ragazzina e che hanno appunto portato al decesso.

GM