Uccisa da un bus all’Università, a processo l’autista

Francesca Bilotti (foto da Facebook)
Francesca Bilotti (foto da Facebook)

Sarà giudicato il 4 novembre attraverso il giudizio abbreviato Pietro Bottiglieri, l’autista che il 24 novembre 2014 investì la studentessa Francesca Bilotti, uccidendola sul colpo. Rigettate una richiesta di patteggiamento e una di rito abbreviato condizionato. A determinare questa scelta anche un precedente che riguarda l’autista, ovvero una condanna riportata per omicidio colposo, per fatti datati e registratisi in una città della Puglia.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti immediatamente dopo l’incidente, la giovane si trovava su di un bus molto affollato: sarebbe stata l’ultima a scendere e avrebbe urtato con la spalla contro le porte che si stavano chiudendo. E’ scivolata cadendo a terra: l’autista della linea Battipaglia-Università, non vedendola, avrebbe ripreso la corsa, investendola ed uccidendola sul colpo. “È un evento drammatico, un dolore difficile da spiegare. Voglio andare dalla famiglia per testimoniare la mia vicinanza”, aveva commentato il rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti.

GM