Vicenza: festa islamica in parocchia, scoppia la polemica

Festa Islamica parrocchia
(THOMAS SAMSON/AFP/Getty Images)

E’ successo a Thiene, in provincia di Vicenza. La moschea della città era chiusa per lavori di ristrutturazione e in occasione della festa islamica di Eid Al-Adha (Festa del Sacrificio che celebra l’episodio biblico di Abramo e dell’offerta del figlio Isacco a Dio) la parrocchia di Thiene ha deciso di concedere l’utilizzo della palestra adiacente alla Chiesa, di proprietà della parrocchia. Non dunque un luogo consacrato, ma uno spazio utilizzato per feste e occasioni non strettamente religiose.

Ciò nonostante le polemiche non sono mancate e in taluni casi sono state anche veementi, specialmente su Facebook e sui social network dove come sappiamo molti si sentono autorizzati ad esacerbare i toni scadendo spesso nella volgarità assoluta. Non appena visti i circa 300 fedeli musulmani che si recavano in quel luogo per celebrare il loro rito sono scattate accuse e rimostranze. Il problema è che sembra non ci sia un “colpevole” contro cui prendersela. Infatti la parrocchia di Thiene si trova in un momento di passaggio e in attesa del nuovo parroco in arrivo domenica 4 ottobre. Il consiglio pastorale interpellato sulla vicenda ha detto che nessuno sapeva nulla di questa concessione e dunque rimane per il momento poco chiaro chi abbia autorizzato il trasloco di fedeli, un gesto d’amicizia che molti hanno considerato normale, ma che tanti altri hanno considerato quantomeno inopportuno.

F.B.