La prima notte di nozze? In galera… Ecco perché

Matrimonio (Paula Bronstein/Getty Images)
Matrimonio (Paula Bronstein/Getty Images)

L’hanno combinata un po’ grossa Kristina Perczyk e Joseph Shannon, neosposi inglesi, il cui banchetto nuziale si è trasformato in un incubo nel giro di qualche ora. I fatti sono avvenuti a Tunbridge Wells: secondo quanto scrive ‘The Mirror’, una volta consacrato il loro amore sull’altare, gli sposi tornano a casa con i loro ospiti per il ricevimento, ma mentre è in corso il banchetto nuziale scoppia una rissa – probabilmente tra invitati di due matrimoni differenti – e la neosposina chiama la polizia.

Quando però gli agenti arrivano sul posto, non trovano nessuno tranne Shannon che dorme sull’uscio di casa. I poliziotti provano a svegliarlo, ma l’uomo, che ha alzato il gomito per festeggiare il lieto evento, reagisce male e li aggredisce. Nel frattempo, arriva la moglie, che vedendo il suo sposo portato via cerca di impedirne l’arresto. Così, entrambi vengono fermati e portati in carcere, dove trascorrono la prima notte di nozze.

La donna viene condannata a un anno di reclusione con la condizionale e al pagamento di una multa da 340 euro, mentre il marito a 120 ore di lavoro non retribuito, a un corso di riabilitazione di 20 giorni e a un anno di comunità, oltre a una sanzione pecuniaria di 400 euro.

GM