Ragazzino muore mentre fa il bagno nel fiume

Un tratto del fiume Savio (foto pubblico dominio)
Un tratto del fiume Savio (foto pubblico dominio)

Non c’è stato nulla da fare per il ragazzino di 14 anni disperso mentre faceva il bagno con alcuni amici nel fiume Savio. L’adolescente è stato infatti trovato morto nei pressi della frazione San Carlo, alle porte di Cesena, non distante dalla E45. Si tratterebbe, secondo quanto si è appreso in queste ore, di un ragazzo di origini nordafricane, il quale stava facendo il bagno all’altezza di via Fiume San Carlo insieme a due coetanei, quando se ne sono perse le tracce.

I due adolescenti che si trovavano con lui sono riusciti a uscire dall’acqua, dando poi l’allarme. Inutili si sono rivelate le ricerche sul posto dei vigili del fuoco, che si sono attivati perlustrando il gretto del fiume, insieme ai sommozzatori portati sul posto con l’elicottero del reparto volo di Bologna, nel tentativo di ritrovare ancora in vita il 14enne. L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio intorno alle 18, ma il recupero del corpo senza vita del ragazzino c’è stato soltanto diverse ore dopo.

E’ il sesto decesso in Emilia-Romagna da luglio a oggi: due ragazzini di tredici anni annegarono di sabato pomeriggio, circa due mesi fa, mentre stavano facendo un bagno nel fiume Reno a Bologna, nella zona di via Triumvirato. Ai primi d’agosto, tre sorelle sono state risucchiate dalla corrente del fiume Secchia: due di loro sono morte immediatamente, mentre una terza è deceduta una decina di giorni dopo.

GM