Rugby, Mondiali: l’Italia vince col Canada ma la prestazione non è buona

ItalRugby
ItalRugby (Photo by Mark Runnacles/Getty Images)

L’ItalRugby coglie il suo primo successo ai Mondiali in corso di svolgimento in Inghilterra battendo il Canada 23-18, conquistando altri 3 punti dopo quello conquistato con la Francia. Ma il successo contro i canadesi non mitiga la delusione di una prestazione non certo ottimale, anzi, tutt’altro. Poca personalità, squadra lenta e mediocre in tutto, incapace di costruire, di mantenere e sfruttare il possesso. E anche in fase difensiva si è sofferto tanto. La cosa positiva è il risultato, che interrompe una serie negativa di 6 sconfitte negli ultimi 6 match. Nella prossima partita contro l’Irlanda servirà ben un’altra Italia.

”Avevamo impostato la partita sulla difesa — dice il c.t. Jacques Brunel, come riporta La Gazzetta dello Sport — il piano di gioco non ha funzionato, ci siamo fatti prendere dalla frenesia e abbiamo messo i nostri avversari in condizione di imporsi anche fisicamente. La squadra di oggi, contro l’Irlanda, tornerebbe a casa dopo aver subito un sacco di punti”.

”Di sicuro non è stata una bella partita di rugby – dice Mauro Bergamasco -. Ora c’è da preparare la partita con l’Irlanda: se giochiamo così perdiamo di brutto. Comunque abbiamo vinto e di fronte non avevamo una squadra qualunque. Al di là di alcuni giocatori che giocano in Europa, tutti hanno fatto una grande preparazione fisica, un’ottima programmazione e tatticamente sono molto cresciuti. Sì, anche chi gioca in un campionato di livello inferiore come quello canadese. Con l’Irlanda hanno giocato 50 minuti di grande qualità”.

M.O.