Il Papa: “Vale la pena lottare per difendere la famiglia”

Papa Francesco Famiglia
(Matt Rourke-Pool/Getty Images)

Papa Francesco ha parlato al Meeting mondiale della famiglia di Philadelphia. Accolto come durante tutto il suo viaggio negli Stati Uniti da grande affetto e calore da parte di migliaia di persone, il Papa ha voluto ancora una volta scagliarsi contro i crimini di pedofilia commessi dal clero riferendo del suo incontro con alcune persone vittime di abusi sessuali in ambito ecclesiastico.

Il Pontefice poi ha parlato del valore della famiglia e di quanto sia importante fare di tutto per difenderla. In un discorso totalmente a braccio Bergoglio ha iniziato dicendo che “la famiglia è voluta da Dio” e “una società cresce forte, buona, bella e vera se è costruita sul fondamento della famiglia”. Questi sono i capisaldi del pensiero di Francesco ai quali poi ha aggiunto: “Tutto l’amore che Dio ha in sé, tutta la bellezza che Dio ha in sé, tutta la verità che Dio ha in sé, li consegna alla famiglia”.

Poi ha parlato ancora una volta dell’importanza dei nonni e dei bambini, ovvero delle componenti più fragili e deboli della famiglia, quelle che vanno rispettate maggiormente, difese e tutelate più di ogni altra cosa: “La cura dei nonni – dice – e la cura dei bambini sono il segno dell’amore. Un popolo che non sa come prendersi cura dei bambini e dei nonni è senza futuro, perché non ha la forza e non ha la memoria”.

Dunque per il Papa bisogna “lottare per la famiglia e difenderla perché è in gioco il nostro futuro”, ma non si deve dimenticare che ciò che ancora non è famiglia, ma che potrebbe diventarlo, non va messo in un angolo, emarginato o considerato fuori dalla Chiesa. Il Papa ha chiesto “più tolleranza verso le coppie che non riescono a seguire la dottrina cattolica” ponendo poi una domanda retorica: “Che vogliamo fare, scomunicarli?”.

F.B.