Moto Gp, Rossi: ”Sarà dura per il Mondiale, ma quanto mi sono divertito con Pedrosa!”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Il Gp di Moto Gp di Aragon è stato vinto da Jorge Lorenzo, che ha riaperto così il Mondiale, che sembrava indirizzato verso Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia alla fine è arrivato terzo, al termine di un duello all’ultima curva con Dani Pedrosa, e dunque il distacco dallo spagnolo si è ridotto di 9 punti in classifica.

Queste le parole di Rossi a fine gara, riprese da La Gazzetta dello Sport: ”Quando perdi una battaglia così, le sensazioni non sono mai positive, ti lascia un po’ l’amaro in bocca. Ma se si guarda il GP sotto altri aspetti, allora posso essere soddisfatto, perché ho guidato bene, sono stato veloce e mi sono divertito: senza ombra di dubbio è la mia miglior gara mai disputata ad Aragon. Nel complesso, è stata una buona prestazione, ma ho perso nove punti da Lorenzo: bisogna fare meglio. Purtroppo non ero abbastanza veloce per stare davanti a Dani: il nostro ritmo era veramente molto simile. Lui aveva un buon passo e ho pensato soprattutto a stare con lui, per poi attaccarlo nel finale. Ho giocato tutte le carte che avevo, ma non è bastato: ho capito subito che sarebbe stato difficile, perché lui ha replicato immediatamente al primo sorpasso”.

Anche dalle parole dello stesso Valentino si capisce come il Mondiale sia seriamente riaperto: ”Come vedo il finale di campionato? Durissimo, perché Lorenzo sta guidando in maniera spaventosa: è velocissimo e sta facendo tutto alla perfezione. Saranno quattro GP piuttosto complicati e 14 punti sono pochi, ma abbiamo dimostrato che se lavoriamo bene possiamo essere competitivi. Ad Aragon abbiamo fatto un errore sabato pomeriggio che ci ha fatto perdere tempo, ma oggi (ieri, ndr ) in gara la moto era a posto e ho disputato una buona gara. Cosa può cambiare negli ultimi quattro GP? Tante cose. Qui abbiamo fatto qualche errore, ma va anche detto che Jorge ad Aragon va sempre fortissimo. Nelle prossime piste sarà un po’ diverso, perché io sarò più competitivo: me la posso giocare”.

M.O.