Muore cadendo nel vuoto, la famiglia vuole la verità

Irene Lambusta (foto dal web)
Irene Lambusta (foto dal web)

Tragica fatalità: questa l’ipotesi principale riguardo le cause della morte di Irene Lambusta, pubblicitaria 30enne di origini siciliane, deceduta a Milano dopo un volo di oltre trenta metri dall’undicesimo piano di un palazzo al civico 44 di viale Papiniano. La giovane era rientrata da una serata con amici e gli interrogativi su cosa sia accaduto sono tanti: una delle ipotesi è che la ragazza abbia sbagliato piano ma non se ne è accorta e abbia comunque cercato di scavalcare una ringhiera per entrare in casa. Solo in quel momento si sarebbe accorta di aver sbagliato piano, cercando di tornare indietro e precipitando nel vuoto.

I parenti della ragazza non credono però a questa versione e chiedono che si faccia luce sull’accaduto, attraverso le parole di un cugino di Irene: “Vogliamo scoprire la verità, vogliamo sapere se quella notte è davvero accaduto ciò che hanno ricostruito i carabinieri. Anche se avesse bevuto qualche bicchiere in più, per noi familiari è davvero assurdo pensare che dopo avere sbagliato piano, abbia pure sbagliato porta di casa e sino all’ultimo, non si sia accorta dell’errore. Temiamo possa essere un’altra la verità e vogliamo che le indagini vadano avanti controllando anche i tabulati telefonici delle sue ultime conversazioni al cellulare. Mio zio ha visto Irene in obitorio da dietro un vetro, non ha potuto nemmeno toccarla”.

In base a quanto ricostruito, la giovane è rientrata nel palazzo attorno alle 3,45 con un taxi, accompagnata da un amico che l’ha vista rientrare. Quindi avrebbe girovagato a lungo, tant’è che alle 4.36 parte la chiamata di un’anziana ai carabinieri, dopo aver sentito qualcuno inserire le chiavi nella sua toppa di casa. Alle 5.12 una nuova telefonata, da parte della stessa anziana, che denunciava di aver sentito un tonfo. “A noi è stato comunicato che l’ora del decesso è stata riscontrata alle 5.20”, spiega il cugino della vittima. Cosa sia successo a Irene Lambusta in quell’ora e mezza è quello che dovranno cercare di chiarire gli inquirenti, anche se i familiari sembrano certi che la ragazza non fosse sola e che qualcuno in quel condominio abbia provato a spaventarla.

Leggi anche

La misteriosa morte di Domenico, in gita scolastica per vedere l’Expo

Morte Domenico, la madre: “E’ stato spinto giù”

Morte Domenico: “Il ragazzo era solo quando è caduto”

Roma: cade nel vuoto mentre tenta di rientrare in casa dalla finestra

Donna cadde nel vuoto, arrestato il fidanzato: “Fu omicidio”

Tragedia in una scuola di Lecce, studente precipita nel vuoto e muore

GM