Una serata con gli amici, poi la sua giovane vita cambia per sempre…

(Archivio/Websource)

Non ce l’ha fatta, Chiara Piccarreta. La giovane, diciassette anni, è morta poco prima delle 11.30 nel reparto di rianimazione dell’ospedale Brotzu di Cagliari. La ragazza era rimasta ferita, assieme ad un’amica, nel grave incidente stradale sulla statale 387 all’ingresso di San Vito, all’altezza del chilometro 85,600. Chiara viaggiava sul sedile posteriore di una Fiat Punto con cinque ragazzi a bordo, guidata da un amico di diciannove anni che ha perso il controllo dell’auto poco prima delle 7 di ieri, rientrando da Ballao a San Vito, probabilmente a causa della presenza di ghiaccio sulla strada. La vettura si è ribaltata e prima di fermarsi contro il guard rail ha percorso una quarantina di metri sulla capotta. La ragazza, sedeva, come la sua amica rimasta ferita nell’incidente, accanto ai finestrini posteriori dell’auto. Entrambe le ragazze sono state sbalzate all’esterno e hanno riportato ferite apparse subito gravi. I carabinieri della compagnia di San Vito, colleghi del padre di Chiara, appuntato della stazione del paese, ex calciatore e allenatore di calcio, hanno effettuato i rilievi dell’incidente. La ragazza, unica minorenne del gruppo e’ stata trovata sotto il vicino ponte: ricoverata subito all’ospedale San Marcellino di Muravera, e’ stata sottoposta ad un intervento chirurgico per fermare un’emorragia interna. Le sue condizioni si erano poi stabilizzate, tanto che i medici ne avevano disposto il trasferimento a Cagliari, nel reparto di rianimazione del Brotzu. E’ lì che stamattina ha perso la vita. Sarebbe diventata maggiorenne il prossimo novembre. E’ ancora ricoverata in ospedale l’altra ragazza rimasta ferita, mentre i tre ragazzi che erano con loro non hanno riportato ferite gravi. Al vaglio del pm la condizione del conducente.
BC