Bimba di 7 anni uccisa, la polizia: “Sappiamo chi è stato…”

(Websource / Metro.co.uk)

Il “caso” della piccola Katie Rough, la bimba di sette anni morta dopo essere stata colpita con due coltellate in una strada periferica di York, in Inghilterra, comincia ad assumere contorni un po’ più definiti. Una ragazzina di 15 anni è stata arrestata nella contea inglese del North Yorkshire poiché sospettata di averla uccisa, secondo quanto riportato dalla Bbc. L’accusa a suo carico è quella di omicidio e possesso di armi offensive. E questo è forse l’aspetto più macabro e incredibile della vicenda. La ragazza è stata sentita stamattina alle 10 dai magistrati di York e dovrà ripresentarsi in tribunale tra pochi giorni. I giudici dovranno capire se sia lei la vera colpevole e, in quel caso, cercare di farsi spiegare il motivo che l’ha portata ad uccidere la bambina. Fondamentali in questo senso saranno i resoconto di eventuali testimoni oculari. A tale scopo i poliziotti hanno diffuso le foto di Katie per capire se qualcuno l’abbia vista in compagnia della 15enne. Più d’uno, intanto, ha fatto notare come questa vicenda ricordi tristemente quella di James Bulger, un bambino di due anni scomparso nel centro commerciale nel 1993. Il piccolo era stato rapito da due ragazzini di 10 anni, Jon Benables e Robert Thompson, che lo avevano seviziato e poi ucciso.

La povera Katie era stata trovata ieri pomeriggio, un’ora dopo l’uscita da scuola, gravemente ferita in una strada di Woodthorpe ed è deceduta poche ore dopo il suo ricovero in ospedale. La mamma della bimba e il suo nuovo marito, Paul, sono stati fra i primi ad arrivare sul posto, dopo averne denunciato la scomparsa alcune ore prima. Inutili i loro tentativi di salvarla: Katia era già in condizioni disperate. Pare che avesse addirittura la gola tagliata. E dire che solo due settimane prima, in veste di damigella, la piccola aveva rubato la scena al loro matrimonio. “Sono arrivato poco dopo la madre della bimba – ha detto un uomo residente nel quartiere – non riuscivo a capire cosa fosse successo, la mamma era in ginocchio in mezzo alla strada e piangeva”. “È stato uno shock per tutti coloro che vivono qui intorno svegliarsi e sentire quello che è successo a York”, ha aggiunto. Infine le insegnanti della Westfield Primary School, alla quale la vittima era iscritta, hanno ricordato che “Katie era una bambina intelligente con un talento particolare per la scrittura, è una perdita terribile”.

EDS