Bimbo muore di meningite, la mamma pubblica foto choc

(foto dal web)

Una mamma di 33 anni, Gaynor McConnell, ha reso pubblica l’immagine finale della morte di suo figlio di 14 mesi per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla meningite. Nella foto, il bimbo è senza vita collegato a diverse macchine di supporto vitale mentre combatte la meningite. La donna ha deciso di pubblicizzare l’immagine al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica. Le immagini arrivano mentre in Italia la meningite spaventa, soprattutto per i diversi casi mortali, l’ultimo nel torinese.

A distanza di quattro anni da quella morte, al Cambridge University Hospital hanno ammesso che la cura era al di sotto degli standard di cura previsti per questi casi. “Io lo stavo guardando sul letto e lui era senza vita, ho capito subito che qualcosa non andava”, ha detto Gaynor McConnell, straziata ancora oggi dal dolore per la perdita di quel piccolo ucciso dalla meningite. Poi ha proseguito: “Dalla nascita Cayden aveva combattuto infezioni virali e sintomi simil-influenzali, aveva anche combattuto meningite una prima volta a quattro mesi di età”.

Ricorda ancora la giovane madre: “Solo poche settimane prima che accadesse, mio figlio era felice e sorridente su un trampolino con me e abbiamo fatto le foto insieme. E’ stato incredibilmente difficile condividere la sua immagine finale”. Al bimbo era stata diagnosticata la spina bifida, al momento della nascita. Gaynor ha aggiunto: “Si può condurre una vita normale con la spina bifida, ma Cayden ha avuto un tumore non diagnosticato”. Proprio questo avrebbe fatto ammalare il bimbo due volte di meningite. La mamma spiega: “Mi sono fidata dei medici e degli specialisti che avevano in cura Cayden e ho pensato che sapevano meglio di me come stavano le cose, ma tutto nel mio istinto mi ha detto che c’era qualcosa di seriamente sbagliato”.

Il piccolo infatti “era sempre malato, avendo raffreddori e infezioni, ma i medici hanno detto che questo era perfettamente normale e lo curavano con gli antibiotici”. Solo a quattro mesi, quando Cayden ha contratto per la prima volta la meningite, i medici si sono resi conto del grumo che aveva sulla schiena e hanno fatto finalmente gli accertamenti dovuti. Era però troppo tardi e la situazione nel giro di qualche mese è precipitata, fino al drammatico decesso.

GUARDA PHOTOGALLERY

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM