“Nostra figlia è scomparsa”, ma nascondono un’atroce verità

(Websource/archivio)

I genitori avevano denunciato la scomparsa di Ashley, una bimba americana  di origini cinesi di appena 5 anni. Solo 24 ore dopo però è emersa la verità sull’atroce destino della piccola. Ci è voluto poco infatti alla polizia di North Canton, in Ohio per capire che la versione secondo la quale la bimba si era allontanata da sola dal ristorante di famiglia non stava in piedi. E così, mentre ancora l’Ufficio del Procuratore Generale dell’Ohio stava emettendo l’avviso di persona scomparsa, gli agenti facevano una terribile scoperta proprio all’interno del ristorante. I resti della piccola Ashley Zhao sono infatti stati trovati dagli investigatori all’interno dell’Ang’s Asian Cuisine. In base ad una prima ricostruzione la bimba sarebbe stata uccisa dalla madre che l’avrebbe colpita ripetutamente e con estrema violenza con dei pugni alla testa. I genitori di Ashley, Ming Ming Chen e Angy Yhao, sono stati arrestati.

La donna dovrà ora rispondere di omicidio di primo grado aggravato, mentre l’uomo di complicità. Restano da capire i motivi, sempre che ce ne possano essere, di questo assurdo omicidio. Cosa ha spinto quella donna a colpire con violenza più volte la testa della figlioletta di 5 anni? Una domanda alla quale forse nessuno potrà mai rispondere.

La piccola Ashley (Websource/archivio)

F.B.