Sui voucher e gli appalti decideranno gli italiani

(ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

La Consulta ha deciso: in primavera si voterà per due dei tre quesiti referendari proposti dalla Cgil. Non passa soltanto quello sull’art. 18. Il verdetto sull’ammissibilità dei quesiti proposti dalla Cgil è arrivato al termine dell’udienza a porte chiuse e di due ore di camera di consiglio. Il sindacato aveva raccolto 3,3 milioni di firme immediatamente dopo l’approvazione definitiva del Jobs Act. I tre quesiti riguardavano le modifiche all’articolo 18 sui licenziamenti illegittimi contenute nel Jobs act, le norme sui voucher e il lavoro accessorio e le limitazioni introdotte sulla responsabilità solidale in materia di appalti.

La Consulta, nell’approvare gli ultimi due quesiti, dichiara “ammissibile la richiesta di referendum denominato ‘abrogazione disposizioni limitative della responsabilità solidale in materia di appalti'”. E ancora dichiara “ammissibile la richiesta di referendum denominato ‘abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)'”. Infine dichiara “inammissibile la richiesta di referendum denominato ‘abrogazione delle disposizioni in materia di licenziamenti illegittimi'”. Riguardo quest’ultimo quesito, la Cgil chiedeva che fosse ripristinata e ampliata la “tutela reintegratoria nel posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo”, estendendola a tutte le aziende con oltre cinque dipendenti.

Contro i quesiti referendari si era schierata l’Avvocatura dello Stato, mentre tra i primi a commentare la sentenza, definita “politica”, c’è il segretario federale della Lega Nord, Matteo Salvini: “Dalla Consulta una sentenza politica, gradita ai poteri forti e al governo come quando bocciò il referendum sulla legge Fornero. Temendo una simile scelta anche sulla legge elettorale il prossimo 24 gennaio, preannunciamo un presidio a oltranza per il voto e la democrazia sotto la sede della Consulta a partire da domenica 22 gennaio”. Non la pensa nello stesso modo Calderoli: “La Consulta ha lavorato bene, dimostrando piena autonomia”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM