Bimbo di 18 mesi sbranato da due cani, la mamma era lì vicino: “Ecco le sue colpe”

I due doghi argentini (Websource/archivio)

Il 16 agosto 2016 nella villa dei nonni a Mascalucia in provincia di Catania, una donna si trovava seduta insieme alla sua bimba di 18 mesi sul divano. Improvvisamente i due cani di casa, due dogo argentino, hanno attaccato, sbranato e ucciso il bambino senza che nessuno riuscisse ad impedire la tragedia, l’ennesima di questo tipo negli ultimi mesi. La donna di 34 anni era stata in un primo momento accusata di abbandono di minore e omicidio colposo. Oggi è arrivata la sentenza. Il Gup di Catania, Francesca Cercone, ha accettato la proposta di patteggiamento avanzata dai legali della 34enne ed ha condannato la donna a 18 mesi per omicidio colposo con pena sospesa e non menzione. Questo vuol dire che l’accusa più grave, quella di abbandono, è stata fatta decadere. Inoltre il giudice ha anche disposto che i due cani non vengano abbattuti poiché dopo perizia tecnica sono stati ritenuti recuperabili. Per questo motivo verranno affidati ad un’associazione animalista che si prenderà in carico la loro rieducazione.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

F.B.