La meningite fa ancora paura: è psicosi contagio

(Websource/archivio)

E’ ancora allarme meningite, con l’ultimo, letale caso verificatosi a Milano, dove una donna di 49 anni, ricoverata in gravi condizioni da due giorni all’ospedale ‘San Raffaele’, è morta la scorsa notte. Al contempo una bambina di soli 7 mesi è tenuta sotto stretta osservazione sempre per lo stesso motivo, e c’è forte preoccupazione circa le sue condizioni di salute. La piccola è ricoverata all’ospedale ‘Buzzi’. La ragazzina è di nazionalità rumena e non risulta iscritta al Servizio Sanitario Nazionale, oltre a non essere mai stata sottoposta a vaccino e a non avere alcun medico di famiglia. Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia, descrive i due casi, precisando in particolare sul caso del decesso, che i medici ignoravano quale fosse il ceppo di meningococco responsabile della morte della 49enne. Ed ancora non si conosce la risposta, visto che gli esami sono ancora in corso. La donna era impiegata in una azienda brianzola il cui personale è stato tutto sottoposto ai casi di profilassi necessari in questa situazione, per prevenire ulteriori contagi e complicazioni. Quattro famigliari ed altre dodici persone che intrattenevano con lei rapporti lavorativi sono stati in particolare sottoposti a profilassi antibiotica, mentre in un apposito incontro verranno distribuiti degli appositi farmaci a diverse altre persone ritenuti passibili di avere intrattenuto degli stretti contatti con la vittima (37 minori e 23 adulti). Per quanto riguarda la bambina, la profilassi è stata attuata ai membri della famiglia.

S.L.
TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO