Massacrata a coltellate dal suo ex: “Non accettava il divorzio”

(Websource / Mirror)

Era pronta a cominciare una nuova vita, a ricostruire il rapporto con se stessa e i suoi due figli su basi diverse, dopo aver portato a termine il lungo e travagliato iter del divorzio. Purtroppo, non ha avuto neppure il tempo di provarci. Bonnie Black è stata infatti brutalmente uccisa dall’ex marito. A scoprire il cadavere della donna sono stati i suoi stessi figli, un bambino e una bambina di soli cinque e tre anni. Era distesa sul suo letto, come addormentata, il corpo sfregiato da una lunga serie di coltellate. I bimbi hanno subito cercato soccorsi, convinti che si potesse fare qualcosa per salvarla. Purtroppo era già morta.

Una morte annunciata, per certi versi. Negli ultimi tempi Bonnie aveva infatti confidato a parenti e amici il grande timore che il suo ex potesse farle del male. Quest’ennesima tragedia familiare ha avuto luogo ad Arlington, un sobborgo di Washington. Bonnie Delgado Black, 42 anni, era una psicologa e collaborava regolarmente con l’FBI. Come accennato, aveva appena chiuso una tormentata relazione coniugale con David, 45enne operaio edile. Una relazione fatta di violenze fisiche e verbali, di minacce più o meno velate, da “film horror”, come lei stessa aveva confidato a un collega. Bonnie aveva il terrore che lui potesse piombare in casa da un momento all’altro, in spregio agli orari di visista stabiliti dal giudice, per aggredirla ancora o portarle via i bambini. Tanto che aveva chiesto a suo padre, Joseph, di trasferisi da lei, per proteggerla.

Quella sera del 16 aprile 2015, però, era sola. Il suo ex sarebbe entrato in casa di nascosto, attraverso una vetrata, per poi colpirla con quattordici coltellate al collo e una al cuore, mentre i bambini dormivano in camera loro. Così almeno ha stabilito il giudice che qualche giorno fa ha confermato la sentenza di primo grado all’ergastolo per omicidio premeditato. Una verità che i genitori di Bonnie non hanno ancora avuto il coraggio di raccontare ai due nipotini.

(Websource / Mirror)

EDS