Si infila un anello nel pene: in agonia per 12 ore

(Websource / Metro.co.uk)

Un’agonia lunga dodici ore, per un “gioco” finito tragicamente male. Protagonista un uomo di Penang, in Malesia, che ha avuto la bella (si fa per dire) idea di infilare un anello nel pene, salvo poi non riuscire a rimuoverlo. Dopo una lunga “battaglia” con la singolare trappola, il tizio in questione si è recato in ospedale per affidarsi alle “cure” di medici esperti.

L'”incidente” è avvenuto domenica scorsa e, secodo quanto riportano in quotidiani locali, l’intervento per la rimozione dell’anello è durato una decina di minuti. L’episodio, per curioso che possa sembrare, non è poi così infrequente. Lo scorso dicembre un uomo cinese aveva dovuto ricorrere a un chirurgo per asportare un anello di metallo dai genitali: l’oggetto, cui aveva fatto ricorso per aumentare il piacere sessuale, si era incastrato proprio sui “gioielli di famiglia”. E a novembre un altro maschietto troppo intraprenendente era rimasto con la fede nuziale “bloccata” sul pene. Dalla trasgressione alla caduta in… fallo il passo è breve!

(Websource / Metro.co.uk)

EDS