Il milionario più giovane del Regno Unito non è più sulla piazza

milionario più giovane del Regno Unito
Hugh Grosvenor, settimo Duca di Westminster e milionario più giovane d’Inghilterra (websource)

In qualità di milionario più giovane del Regno Unito e scapolo più desiderato del mondo, il Duca di Westminster era molto richiesto. Hugh Grosvenor si è però fidanzato con Harriet Tomlinson, come dimostra una foto che li ritrae, sorridenti, in vacanza. Il giovane milionario è diventato settimo Duca di Westminster in seguito all’improvvisa morte del padre, Gerald, 9 mesi fa. Ereditando la maggior parte del patrimonio del padre, stimato per 8,3 miliardi di sterline, Grosvenor è diventato la terza persona più ricca del Regno Unito e la 68esima nel mondo. Al centro della fortuna di famiglia ci sono 300 acri in due delle zone più costose di Londra.

L’eredità di Hugh Grosvenor in numeri

  • £ 8,3 miliardi: il patrimonio del padre di Grosvenor alla sua morte, secondo Forbes
  • 3: il suo posto nella classifica dei miliardari inglesi
  • £ 300 milioni: il valore dell’impresa di cui il giovane va più fiero –  un centro per la cura dei soldati feriti allo Stanford Hall
  • 27: l’età in cui ha ereditato il suo patrimonio, rinunciando alle sue ambizioni di una carriera militare

La sua nuova fidanzata

“Hugh e Harriet sono beatamente felici”, ha dichiarato alla stampa inglese un amico del Duca, “hanno molti interessi in comune e sono entrambi orientati verso una famiglia”. E continua “E’ davvero una ragazza adorabile e sicuramente l’amore della sua vita”. Hugh e Harriet, entrambi 26 anni, si sono conosciuti da piccoli nella scuola privata che frequentavano. Harriet ha studiato per diventare un’insegnate ma ha deciso di non proseguire la sua carriera. Ha invece preferito lavorare come consulente immobiliare per una società di Londra. Hugh lavora invece in un’azienda di energia rinnovabile. “Era distrutto quando il padre è morto, ma Harriet gli è stata incredibilmente vicina e lo sta aiutando ad abituarsi alle sue nuove responsabilità.”

Lavinia C.