Crivellato di colpi a 3 anni, i fratellini hanno visto tutto

Il piccolo Dodò (Websource)

Dopo due anni di indagini il quadro che è emerso è quello di una delle più atroci stragi di mafia, una strage che ha coinvolto un bimbo di 3 anni e che solo per puro caso non ha provocato la morte di altri due piccoli. Stiamo parlando dei fatti che accaddero a Palagiano nel 2014. Sulla carreggiata della Statale 106, che collega Taranto a Reggio Calabria, i Carabinieri di Taranto si avvicinarono alla Mazda Rossa pensando si trattasse di un incidente. Quando aprirono lo sportello non poterono credere ai loro occhi. Il corpicino di Domenico, ‘Dodò’, Petruzzelli, 3 anni si presentava esanime e crivellato di colpi di arma da fuoco. La testa appoggiata al corpo di un uomo, anch’egli morto. Era il compagno di sua madre, Cosimo Orlando, 43 anni, pluriomicida in semilibertà. Sul sedile del passeggero la mamma, Carla Maria Fornari, 30 anni.

Sui sedili posteriori i due spaventatissimi fratellini di Dodò, sei e otto anni. Vivi per puro caso e scioccati per quello che hanno appena visto. Dalle indagini emerge che il commando senza pietà voleva uccidere l’uomo e la compagna, ma una volta visto che Cosimo Orlando teneva in braccio il bimbo non hanno avuto pietà e hanno fatto fuoco sapendo di uccidere anche il bimbo innocente. I due fratellini si sono salvati solo perché si sono nascosti tra il sedile posteriore e gli schienali dei sedili anteriori. “Abbiamo fatto finta di essere morti” raccontano poi con ancora l’orrore negli occhi e nel cuore.

Il movente della strage è assurdo. Ad ordinarla Giovanni Di Napoli, detto “Nino”, 62 anni, boss di origini calabresi da tempo a Palagiano. Tempo prima Orlando lo aveva preso a schiaffi in pubblico dandogli dell’infame per questioni d’affari che erano intercorse tra di loro. Un’onta pagata col sangue, anche con quello innocente di un bambino di tre anni. Ora i pm hanno chiesto per Di Napoli l’ergastolo, il carcere a vita, il minimo della pena verrebbe da dire per un delitto del genere.


TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.