Schianto nella notte: addio ad Antonella Zarletti, nota cantante locale

(Archivio/Websource)

Come di consueto, dopo una serata trascorsa a dedicarsi alla sua professione, stava rientrando a casa, quando il terribile schianto contro un albero le ha tolto per sempre la vita. E’ successo ad Antonella Zarletti, cinquantasei anni, originaria di Monterotondo, più conosciuta come “Cantantonella”, una lunga carriera di cantante popolare alle spalle. Probabilmente è stata colta da un colpo di sonno sabato sera intorno alle quattro del mattino. L’incidente è avvenuto sulla via Salaria, al km 30,300, nel territorio di Montelibretti.
La donna viaggiava sola a bordo della sua Fiat Punto da Rieti in direzione Roma. Le mancavano solo pochi chilometri per giungere alle porte di Monterotondo quando è avvenuto il terribile schianto. Antonella lascia un figlio che vive a Londra, era separata. Al policlinico Gemelli, stamattina, è avvenuto il riconoscimento della salma da parte dei familiari della vittima, morta sul colpo. L’intervento dei vigili del fuoco e dell’ambulanza del 118 si sono rivelati purtroppo inutili. In queste ore si occupano dei rilievi i carabinieri della stazione locale, sul posto anche il nucleo radiomobile di Monterotondo. E’ stata aperta un’inchiesta sulle cause dello schianto, ancora in fase di accertamento. Sull’asfalto non sono ad ogni modo evidenti segni che lascino pensare ad altra dinamica se non a quella di un colpo di sonno. Il corpo della donna verrà sottoposto ad autopsia.

Cantante, flautista chitarrista e tastierista, nella sua vita professionale Antonella si era dedicata ad interpretare i maggiori successi nazionali e internazionali, dalla musica leggera italiana ed evergreen internazionali, dal jazz alle più belle canzoni romane e napoletane. Aveva partecipato tempo fa a diverse trasmissioni televisive ed era stata componente di alcuni gruppi musicali, tra cui la compagnia di canto popolare “I cantastorie” di Silvano Spadaccino, con cui aveva realizzato degli spettacoli teatrali.
BC