I genitori di Saphira: “Abbiamo sperato in un miracolo…”

Saphira Carli, la bambina investita lo scorso venerdì, non ce l’ha fatta e si è arresa. Alle ore 19 del pomeriggio di ieri è arrivata la notizia ufficiale dall’ospedale Bufalini dove era stata portata in elicottero e ricoverata in rianimazione: sono state spente le macchine che la tenevano in vita dopo il tragico incidente. La piccola aveva appena 9 anni. L’impatto era avvenuto davanti a casa della zia, in via Lidi Ferraresi, a Campolungo di Ostellato. Le sue condizioni erano subito apparse gravissime e infatti sin da subito, i medici dell’ospedale romagnolo hanno messo in chiaro come le speranze per la piccola Saphira fossero minime. Il miracolo, dunque, non si è purtroppo verificato. Il tutto è accaduto alle ore 12,30 dello scorso venerdì. La piccola stava tornando a casa a bordo di un mezzo della parrocchia, condotto da un volontario dopo una mattinata di giochi. Saphira si è fermata davanti a casa di una zia, e mentre stava attraversando la strada per raggiungerla è sopraggiunta una Fiat Punto condotta da un 28enne di Ostellato che l’ha centrata in pieno. L’auto l’ha travolta facendola sbalzare a circa 20 metri dal punto di impatto. Disperata la zia che ha assistito interdetta a questo tragico avvenimento.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

M.O.