La News Corp annuncia la versione a pagamento del Times on line

Rupert Murdoch

La holding News Corporation ha annunciato oggi un’importante svolta nella politica editoriale. A breve, infatti, le edizioni on line del Times e del Sunday Times non saranno più consultabili gratuitamente. Il gruppo Murdoch ha comunicato che a partire dal mese di giugno l’accesso via internet ai due giornali sarà disponibile solo a pagamento. La tariffa sarà pari ad una sterlina al giorno oppure a due sterline la settimana, mentre la consultazione resterà gratuita per gli abbonati alle edizioni cartacee. La notizia comunque non giunge inattesa, visto che già ad agosto 2009 Murdoch aveva manifestato l’intenzione di introdurre un canone per le versioni digitali di tutte le testate del gruppo. Successivamente il magnate australiano aveva considerato la possibilità di bloccare l’accesso attraverso l’aggregatore di notizie Google News ai quotidiani del suo impero mediatico al fine di incentivare gli abbonamenti alle edizioni online.
A maggio verranno dunque lanciate le versioni di prova dei nuovi siti – thetimes.co.ok e thesundaytime.co.uk – che faranno da apripista per altre due testate pubblicate dalla News International, l’unità della News Corp che si occupa dei periodici britannici. Rebekah Brooks, amministratore delegato della società, ha comunicato che anche la consultazione on line del Sun e del News of the World sarà subordinata al pagamento di una tariffa. Brooks non ha specificato quando sarà avviata questa seconda fase della trasformazione, comunque  ha dichiarato che “in un momento cruciale per il giornalismo, questo è un passo fondamentale per rendere il business delle notizie un’impresa economicamente entusiasmante”.
L’attività editoriale della News Corp trova le proprie radici nel 1952, nel momento in cui Rupert Murdoch eredita dal padre il quotidiano Adelaide News e l’Adelaide Sunday Mail. Tramite una serie di acquisizioni, negli anni successivi Murdoch è diventato uno dei maggiori editori di quotidiani in Australia, cosa che gli ha permesso di estendere le proprie attività all’estero. Tra gli anni ’60 e gli anni ’70 infatti il suo gruppo ha acquisito il Sun, il News of the World e il New York Post. Nel 1980, al fine di controllare tutte le attività del gruppo stesso, è stata costituita la holding News Corporation. Dopo aver acquisito il Times e il Sunday Times, la News Corp ha iniziato l’espansione in altri settori, assumendo il totale controllo degli studi cinematografici 20th Century Fox e lanciando, nel 1989, la televisione satellitare Sky Television.

Tatiana Della Carità