Pasqua, attacchi collettivi al Papa e alla chiesa

Il predicatore della Casa Pontificia, Padre Raniero Cantalamessa, ha sottolineato durante una cerimonia a San Pietro alla presenza di papa Ratzinger di una lettera di un suo amico ebreo che esprime solidarietà al pontefice e afferma che gli attacchi collettivi alla Chiesa per gli scandali di pedofilia gli ricordano «gli aspetti più vergognosi dell’antisemitismo». «Per una rara coincidenza, quest’anno la nostra Pasqua cade nelle stessa settimana della Pasqua ebraica che ne è l’antenata e la matrice dentro cui si è formata», ha ricordato padre Cantalamessa nell’omelia durante il rito della «Passione del Signore». «Questo – ha aggiunto il frate – ci spinge a rivolgere un pensiero ai fratelli ebrei. Essi sanno per esperienza cosa significa essere vittime della violenza collettiva e anche per questo sono pronti a riconoscerne i sintomi ricorrenti».

.