Cadavere di un neonato trovato nel parcheggio di una discoteca

Questa mattina il comune di Arcene, nella provincia di Bergamo, è stato scosso da un macabro ritrovamento. Intorno alle 10.00 un operatore ecologico ha scoperto il corpo senza vita di un neonato nudo, avvolto in una coperta e chiuso in un sacchetto di plastica. Il dipendente della nettezza urbana comunale si stava occupando della pulizia delle strade nei pressi della discoteca ‘Shiva’ quando ha notato un piccolo fagotto: avvicinatosi per rimuovere quello che credeva essere un vecchio straccio, ha quindi rinvenuto il bambino. Quest’ultimo, di carnagione chiara, aveva ancora attaccata una parte del cordone ombelicale e non presentava segni di violenza. Secondo quanto emerso dai primi esami, il neonato sarebbe morto tra le ventiquattro e le trentasei ore prima del ritrovamento. L’esame autoptico, per il momento ancora non disposto da magistrato, potrà poi chiarire le circostanze e le cause del decesso. Intanto i carabinieri stanno indagando per risalire all’indentità della madre. Per ora gli inquirenti non escludono nessuna ipotesi, ma le indagini si stanno concentrando soprattutto nell’ambito della prostituzione.

Tatiana Della Carità