Obama, sul nucleare “Niente armi atomiche contro chi non le ha”

Meno bombe atomiche. Il presidente Barack Obama ha deciso di adottare una nuova strategia nucleare che limiterà le situazioni in cui gli Stati Uniti potranno usare il loro arsenale atomico. Obama, anticipando in una intervista al New York Times la nuova strategia, ha aggiunto che le nuove limitazioni non saranno applicate comunque a paesi come l’Iran e la Corea del Nord, che hanno violato o hanno rinunciato al Trattato per la non proliferazione nucleare (Npt). In base alla nuova strategia, che sarà ufficializzata in un documento che sarà pubblicato oggi, per la prima volta gli Stati Uniti si impegneranno a non usare le armi nucleari contro gli Stati che rispettano l’Npt o i loro impegni di non proliferazione.

Sicurezza “Intendo comunque mantenere tutti gli strumenti necessari per garantire che il popolo americano sia al sicuro”, ha detto Obama al New York Times. Un’altra eccezione a queste limitazioni scatterà se lo sviluppo in un paese di armi biologiche o chimiche possa creare il rischio di un attacco devastante contro gli Stati Uniti. Il documento sulla nuova strategia nucleare, richiesto dal Congresso a ogni nuova amministrazione Usa, è frutto di oltre 150 riunione dei collaboratori di Obama, compresi 30 incontri del Consiglio per la Sicurezza nazionale.

Il nuovo Start Il documento sulla nuova strategia nucleare Usa precederà di due giorni la firma a Praga del novo accordo Start tra Washington e Mosca. Inoltre la prossima settimana è in programma a Washington un summit sulla non proliferazione che vedrà la partecipazione di quasi 50 Paesi. Obama ha detto di attendersi risultati concreti dal summit nella capitale ceca. Gli Usa intendono inoltre convincere la Russia, dopo la firma del nuovo Start, a iniziare al più presto una nuova serie di negoziati per giungere a una ampia riduzione delle armi nucleari tattiche, che vedono un massiccio vantaggio numerico del Cremlino.

Fonte: ilgiornale

.