Pannelli solari più economici. Sarà rivoluzione energetica?

    Pannelli solari tradizionali

    I ricercatori dell’Università di Princeton (USA), hanno realizzato un procedimento in grado di ridurre i costi dei pannelli solari. Questa scoperta potrebbe rivoluzionare la produzione di energia elettrica, e permettere agli utenti di affrancarsi dalle grandi aziende produttrici.

    Gli scienziati, sono riusciti a sostituire con polimeri plastici l’ossido di indio-stagno (Ito), un materiale conduttore molto costoso attualmente usato nella costruzione delle celle solari. Finora, le tecniche usate per trasformarli e renderli utilizzabili annullavano la loro capacità di condurre l’elettricità. Ora, invece, i ricercatori trattando i polimeri con l’acido dicloroacetico sono riusciti a conservarne la proprietà conduttiva.

    Secondo, Yueh-Lin Loo, professoressa di ingegneria chimica a Princeton, “polimeri plastici in grado di condurre efficacemente l’elettricità potrebbero essere usati anche al posto dell’Ito e di altri materiali molto costosi nella produzione di televisori ultrapiatti, telefoni cellulari e di diversi dispositivi elettronici”.

    Marco Di Mico

    .