Traffico di immigrati clandestini, 30 arresti

Operazione ‘human carriers’. Questo il nome in codice del complesso di indagini che hanno portato allo smantellamento di un’articolata organizzazione criminale dedita al traffico di di immigrati clandestini. Trenta le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Brindisi Alcide Maritati su richiesta del pubblico ministero Pierpaolo Montinaro: gli arresti sono stati compiuti a Roma, Bolzano, Treviso, Venezia, Padova e Foggia e nel Brindisino. Gli agenti della Squadra Mobile della questura di Brindisi, in collaborazione con il Servizio Centrale Operativo e la Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato, hanno potuto accertare che l’oganizzazione ha introdotto in Italia centinaia di clandestini, soprattutto di origine curdo-irachena, favorendone poi il passaggio in Francia, Inghilterra e Germania. Stando alle prime informazioni, la cellula organizzativa dei trafficanti di uomini è stata localizzata a Roma: dalla capitale avveniva la gestione dei flussi di clandestini a cui veniva fornito il necessario supporto logistico, ovviamente dietro pagamento di notevoli cifre da parte degli stessi immigrati. L’operazione, coordinata dall’Interpol, ha inoltre visto la collaborazione di altre polizie europee.

Tatiana Della Carità