Malcom McLaren, scompare il guru dei Sex Pistols

8 Aprile – E’ deceduto in Svizzera, all’età di 64 anni, l’ideatore ed ex-manager del gruppo dei Sex Pistols Malcom McLaren. L’annuncio della scomparsa è stato dato dal suo agente, Les Molloy. La salma sarà sepolta a Londra, nello storico cimitero di Highgate.

La storia: Nel 1971 McLaren scoprì il suo talento per la crezione di abiti, e decise di aprire un negozio di abbigliamento assieme alla compagna – anche lei stilista – Vivienne Westwood. La boutique, dopo aver cambiato nome dal più blando “Let It Rock” ad un più spinto “Sex” (vendendo abbigliamento sadomaso), diverrà uno dei principali fulcri del punk-rock inglese: proprio in questo periodo (il 1973), McLaren conosce i fondatori del gruppo dei Sex Pistols, Sid Vicious, Mick Jones e Tony James, divenendo il manager del gruppo che in quel periodo si chiamava “The Strand”.

Il primo vero successo del gruppo si ebbe nel 1977 con il singolo God Save the Queen. La canzone, dopo essere stata messa al bando dalla Bbc, scala la vetta delle classifiche inglesi, forse anche aiutata dal 25esimo anniversario dell’incoronazione della Regina Elisabetta, che ricorreva proprio in quello stesso anno. Di Malcom McLaren, uomo provvisto di un’ampia visione sul panorama musicale inglese e dall’ottimo fiuto commerciale, ricordiamo la straordinaria intuizione in occasione del lancio del singolo God Save the Queen, quando organizzò un concerto mobile sul Tamigi: l’evento non fu poi realizzato perchè la polizia inglese bloccò la manifestazione, arrestando lo stesso McLaren.

Emiliano Tarquini