Roma, quindicenne muore in un incidente con la sua minicar

Un incidente stradale è costato la vita ad una ragazza di 15 anni. E’ accaduto a Roma, intorno alle 8.00 di questa mattina, nel quartiere residenziale dell’Olgiata. Federica Lupi era alla guida della sua minicar che, all’uscita di una curva, ha sbandato sull’asfalto scivoloso a causa della pioggia: la vettura ha invaso la corsia opposta, su cui viaggiava un pullman che stava andando a prendere dei bambini per portarli a scuola. I due mezzi si sono scontrati frontalmente e la ragazza a bordo della minicar è morta sul colpo. L’autista della navetta è rimasto lievemente ferito, mentre le due accompagnatrici che si trovavano con lui a bordo del bus non hanno riportato lesioni. Al liceo De Sanctis, dove Federica Lupi frequentava il quinto ginnasio, gli amici della ragazza nascondono le lacrime dietro gli occhiali da sole. “La conoscevo da due anni –dice Marco- Era una ragazza solare e gentile”. “Non riesco ancora a crederci” aggiunge Marta.
Quello capitato a Federica è il secondo incidente in tre giorni che coinvolge una minicar: sabato sera Jacopo Fanfani, diciassettenne nipote di Amintore, si è ribaltato con la sua minicar sulla tangenziale di Roma per poi rovinare sul guard rail. Si riapre quindi il dibattito sulla sicurezza di queste auto, amate dai giovanissimi e da chi vuole aggirare le ztl. Secondo i dati dell’Ania, la fondazione per la sicurezza stradale, le minicar si aggiudicano il record della frequenza di incidenti: a Roma ne circolano circa 5mila e su 100 sono 14,7 quelle che restano coinvolte in scontri con altri mezzi o che escono fuori strada.

Tatiana Della Carità