Il cardinale Bertone: “C’è relazione tra omosessualità e pedofilia”. Ed è polemica

Il cardinale Tarcisio Bertone

Il segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone, in visita in Cile nelle zone colpite dal terremoto del 27 febbraio scorso, ha pronunciato ieri un discorso che sta provocando aspre polemiche. Il cardinale ha negato ogni legame tra la pedofilia e il celibato a cui sono tenuti i preti, individuando invece un collegamento tra tali patologie e l’omosessualità. Pur ammettendo che “il comportamento dei preti in questo caso è molto grave”, Bertone ha infatti dichiarato che “molti sociologi, molti psichiatri hanno dimostrato che non c’è relazione tra celibato e pedofilia e invece molti altri hanno dimostrato, me lo hanno detto recentemente, che c’è una relazione tra omosessualità e pedofilia”. Inevitabili e comprensibili le reazioni da parte delle comunità gay italiane e cilene. “Bertone mente in modo palese ed inumano – ribatte il Movimento cileno per le minoranze sessuali – quando sostiene che ci sono studi che dimostrato l’esistenza di relazioni tra l’omosessualità e la pedofilia”. A questa posizione fanno eco le dichiarazioni di Aurelio Mancuso: “come sempre i cardinali stravolgono la realtà – afferma il leader di Arcigay – Non c’è alcun legame tra omosessualità e pedofilia, questo è stato stabilito moltissimi anni fa dalle società di pischiatria e di psicologia internazionali”. Anche Paola Concia, deputata del Partito Democratico, si dice indignata dal fatto che “ancora oggi eminenti rappresentanti della Chiesa cattolica si lascino andare ad analisi così grossolane, proponendo tesi sbagliate e dannose”.

Tatiana Della Carità