Volley A1, semifinale scudetto: domani gara 2 tra Lube Macerata e Itas Diatec Trentino

Domani sera a Macerata si gioca la seconda sfida di semifinale playoff di serie A1 TIM 2009/10. Dopo la vittoria per 3-0 in gara 1 di domenica, l’Itas Diatec Trentino affronterà la Lube Banca Marche Macerata a domicilio, con l’obiettivo di bissare il primo successo e portarsi sul 2-0 nella serie. Fischio d’inizio ad ore 20.30, con radiocronaca diretta sulle frequenze di Radio Dolomiti.

QUI ITAS DIATEC TRENTINO Dopo l’ottimo avvio della serie, la formazione trentina ora è chiamata ad una importante conferma anche lontano dal PalaTrento. Gara 2 riveste infatti un ruolo fondamentale nel confronto perché potrebbe indirizzare in maniera rilevante la serie, qualora Trento dovesse imporsi, oppure riaprire qualsiasi tipo di discorso rispetto al V-Day del 9 maggio.

I gialloblu vanno quindi alla ricerca della vittoria esterna, forti di una sempre crescente condizione fisica ma anche di un gioco che domenica in gara 1 è apparso quanto mai efficace e vario. In questo senso importantissime si sono rivelate le prestazioni dei due centrali Sala e Birarelli (non solo in attacco ma anche in battuta) e soprattutto quelle di Zygadlo e Vissotto. La diagonale principale ha fornito infatti ottime garanzie; il regista polacco non ha fatto rimpiangere Raphael (che sarà fuori anche domani) impostando un gioco sempre preciso e lineare mentre l’opposto brasiliano ha dimostrato di essersi messo alle spalle i problemi di condizione e continuità dell’ultimo periodo.

Radostin Stoytchev può quindi guardare con fiducia al secondo impegno di semifinale senza però dimenticare le insidie che attendono la sua squadra in questo appuntamento. “Credo che gara 2 sarà inevitabilmente diversa dalla prima e sicuramente molto più difficile – conferma il tecnico bulgaro – . Macerata è una grande squadra e non possiamo certamente pensare che domani al Fonte Scodella riusciremo ad imporre il nostro gioco come abbiamo fatto domenica. Ci sarà da soffrire e da lottare su ogni pallone; dovremo cercare di migliorare la fase di contrattacco e giocare con la determinazione e la coesione di gruppo che abbiamo messo in mostra in gara 1. Con questo tipo di qualità sono sicuro che potremo ben figurare anche a Macerata”.

La formazione trentina è partita nel primo pomeriggio di oggi, al gran completo (anche Raphael è infatti salito sul pullman), alla volta di Macerata dopo aver sostenuto l’ultimo allenamento mattutino al PalaTrento. I gialloblu arriveranno nelle Marche in serata e domattina sosterranno al Fonte Scodella la classica rifinitura pre-partita.

Gara 2 di semifinale sarà la cinquantunesima partita stagionale per la Trentino Volley; la ventottesima in trasferta dove sino ad ora ha raccolto ventuno vittorie e sei sconfitte. Per la Società di via Trener, infine, sarà il match numero quarantasette della propria storia nei playoff scudetto (27 successi, 19 ko), l’undicesimo di sempre in semifinale, dove nelle precedenti occasioni ha ottenuto sempre una vittoria in trasferta nelle serie di gare contro Treviso (2006), Roma (2008) e Cuneo (2009).

GLI AVVERSARI Appuntamento già fondamentale quello di domani sera per la Lube Banca Marche Macerata. La formazione di Ferdinando De Giorgi è infatti chiamata a vincere gara 2 di semifinale per riaprire completamente il discorso qualificazione e tornare poi domenica al PalaTrento con maggiori possibilità di ribaltare la situazione che ora la vede sotto per 1-0. I marchigiani dovranno quindi cercare a tutti i costi il punto del pareggio e per provare a farlo potranno contare per la prima volta nella propria storia anche sul Fonte Scodella a cui la Lega da questa stagione ha concesso la deroga per potervi disputare le partite di semifinale (in precedenza i biancorossi le avevano sempre dovute giocare in trasferta, fra Ancona, Jesi ed Osimo). Il fattore campo conterà quindi ancora di più per la Lube, che può già contare da diversi giorni sul tutto esaurito nel proprio impianto.

In vista del match De Giorgi deve sciogliere alcuni nodi riferiti all’assetto che utilizzerà sin dal via; l’allenatore pugliese è in attesa di sapere se potrà recuperare Corsano (out dopo il primo set domenica sera al PalaTrento a causa di problemi al ginocchio) o se invece dovrà affidarsi nel ruolo di libero al giovane Smerilli o a Paparoni, che in questi playoff ha già vestito la maglia diversa fra i titolari in gara 3 dei quarti di finale a Modena. In banda poi potrebbe trovare spazio sin dal via anche Alberto Cisolla, al posto di Swiderski o Martino.

Le certezze vengono al centro della rete, dove Stankovic e Podrascanin hanno fatto pienamente la propria parte in gara 1 sia in attacco sia a muro, e nel ruolo di opposto con Omrcen migliore dei suoi domenica sera a Trento grazie a 17 punti personali con il 50% a rete. In crescita anche Vermiglio che per l’occasione dovrebbe aver recuperato completamente dal virus influenzale che l’aveva condizionato alla vigilia dell’avvio delle semifinali.

I PRECEDENTI Con la vittoria in gara 1 la striscia positiva dell’Itas Diatec Trentino rispetto alla Lube Macerata si è ulteriormente allungata salendo a quota quattro (due successi in regular season, uno in semifinale di CICL 2009 e uno in semifinale playoff 2010). L’ultima affermazione marchigiana risale quindi ad un anno e tre mesi fa (18 gennaio 2009), proprio al Fonte Scodella per 3-0 nella quinta giornata di ritorno della regular season 2008/09. Il bilancio vede avanti i gialloblu per 14-11 nelle venticinque partite complessivamente giocate; a Macerata la Trentino Volley ha disputato dieci partite, vincendone quattro: due volte per 3-2 (29 dicembre 2001 e il 18 febbraio 2004) e due volte per 3-0: il 2 ottobre 2005 e il 14 ottobre 2009, proprio nell’ultimo precedente andato in scena nelle Marche con parziali di 25-17, 25-18, 25-15, Raphael mvp e Vissotto best scorer grazie a 16 punti, 4 muri e il 58% a rete.

LA SERIE Itas Diatec Trentino avanti 1-0 nella serie di semifinale che si gioca al meglio delle cinque partite, in virtù del 3-0 maturato al PalaTrento domenica con parziali di 25-18, 25-19, 25-22. Domani sera gara 2 al Fonte Scodella, mentre gara 3 andrà in scena domenica 25 aprile al PalaTrento ad ore 18. Solo in caso di vittoria della Lube Banca Marche in una delle prossime due partite si dovrà tornare di nuovo nelle Marche per gara 4, eventualmente fissata per mercoledì 28 aprile. Per sapere la data dell’eventuale bella (da giocare in Trentino) bisognerà invece attendere la decisione della Lega Pallavolo Serie A visto che quella precedentemente definita (2 maggio) va a sovrapporsi alla Final Four di Champions League (1 e 2 maggio a Lodz). Chi supererà il turno troverà in finale la vincente del confronto Cuneo-Treviso, con i piemontesi avanti 1-0 nella serie in virtù del successo per 3-1 in gara 1 di domenica (domani sera si gioca gara 2).

I PROBABILI SESTETTI Radostin Stoytchev dovrebbe confermare lo schieramento visto in campo domenica sera. Lo starting six vedrà quindi Zygadlo al palleggio, Vissotto opposto, Kaziyski e Juantorena in posto 4, Birarelli e Sala al centro della rete e Bari libero.

Qualche dubbio in più invece lo ha Ferdinando De Giorgi che potrebbe rilanciare Cisolla fra i titolari, come già accaduto nel corso del terzo set di gara 1, e deve valutare anche le condizioni di Corsano; Vermiglio agirà in regia, Omrcen nel ruolo di opposto, Martino e Swiderski (o Cisolla) in banda, Podrascanin e Stankovic al centro, Corsano (o Smerilli o Paparoni) come libero.

GLI ARBITRI Gara 2 verrà diretta da Fabrizio Saltalippi, primo arbitro di Perugia in serie A dal 1995 ed internazionale dal 2000, e Simone Santi, secondo arbitro di Città di Castello (Pg) in massima serie dal 1994 ed internazionale dal 2001. I due fischietti sono alla loro quarta direzione congiunta in serie A1 TIM 2009/10, la ventunesima per Saltalippi, la ventesima per Santi. Assieme in questa stagione possono vantare un precedente rispetto a Trento, risalente al 3 gennaio scorso (vittoria casalinga con Piacenza al tie break) che è anche l’unica partita diretta da Saltalippi con i Campioni del Mondo e d’Europa protagonisti. Per Santi, invece, quella di domani sarà la quarta partita rispetto ai gialloblu avendo diretto anche Trento-Modena 3-1 e proprio Macerata-Trento 0-3 del 14 ottobre 2009.

Francesco Segala – Trentino Volley

loading...