Mexes piange, Rosella Sensi se la prende con l’arbitro

ROMA – Il brutto tonfo della Roma ha generato reazioni diverse nell’ambiente giallorosso. Le lacrime di Philippe Mexes, l’insofferenza di Claudio Ranieri e la polemica della presidente Sensi a fine partita: “Non è la fortuna che ci è mancata – ha detto la Sensi – ragazzi si sono impegnati sempre. La Roma merita e meriterebbe di stare ancora più su, io difficilmente amo fare polemica, ma è stata una conduzione inadeguata per l’importanza della partita. Non mi piace fare polemica ma occorrono persone preparate – dice il presidente giallorosso -. Non è perchè sto commentando a caldo, non sono per niente soddisfatta, sono delusa per questa città e per questi tifosi. L’importante è non mollare”.

L’arbitraggio non è piaciuto: “Il recupero, il rigore non dato…Non voglio destare nè dubbi nè sospetti, considero sempre l’errore umano, ma è una conduzione inadeguata e mi dispiace. Comunque dico grazie ai ragazzi e faccio i complimenti alla Sampdoria. Dispiace, ma non bisogna fermarsi, bisogna continuare a vincere. I ragazzi meritano di finire alla grande questo campionato. Bisogna andare avanti, la delusione durerà qualche giorno ma bisogna combattere con la tenacia di sempre”. Domenica si farà il tifo per la Lazio. O forse no: “Io tifo sempre e solo Roma, che la penso sempre come artefice del suo destino. Noi – conclude – andiamo avanti nello stesso modo”.

.