Ricerca inglese, dormire poco non fa bene. Ma nemmeno dormire troppo

Dormire poco non fa bene, è certo. Ma secondo uno studio condotto da un’equipe di scienziati della University of Warwick in Inghilterra e dalla facoltà di medicina dell’università di Napoli in Italia, anche dormire troppo non farebbe bene: secondo gli autori della ricerca, coloro che dormono abitualmente meno di sei ore per notte hanno il 12% di probabilità in più di morire prima di compiere 65 anni rispetto a coloro che dormono da sei a otto ore per notte. Allo stesso modo, coloro che dormono regolarmente più di nove ore a notte hanno il 30% di probabilità di morire prima di quelli che dormono fra le sei e le otto ore per notte. Insomma, bisognerebbe assestarsi tutti intorno alle 6-8 ore di sonno a notte.

A detta del professor Francesco Cappuccio, direttore del programma “Sleep, Health and Society” della University of Warwick: “Il deterioramento del nostro stato di salute è spesso accompagnato da un’estensione dei periodi di sonno. Dormire costantemente da sei a otto ore per notte sarebbe il dosaggio ottimale per la salute. Quello che vogliamo dire con questa ricerca  è che il sonno è un fattore estremamente importante per la salute, un fattore che solitamente non viene adeguatamente considerato”, sono le parole del luminare riportate dal ‘Telegraph’.