La ricetta: carbonara di zucchine, fiori di zucchina e speck

    Oggi sono un pò alla veloce…in questi giorni vari impegni si sono susseguiti freneticamente e altri ne sopraggiungono, sigh… Quindi il tempo a disposizione è davvero poco. E’ un periodo un po’ frenetico, ma nello stesso tempo di riflessione…vorrei fare tante cose, vorrei essere in tanti posti..ma faccio fatica a concludere tutto. Ho bisogno di rimettere ordine, di fare chiarezza, di capire e di cambiare… Non vi sentite mai così? Sarà la primavera…(quale primavera?! Qua piove anche oggi!)

    Questa pasta è solare, gustosa, allegra…

    A noi è molto piaciuta, è una versione rivisitata della normale carbonara (che ognuno fa secondo i propri dettami…chiedo scusa se non ho rispettato in qualche modo i canoni standard di preparazione, ma come sapete io sono una pasticciona!!!)

    Ingredienti:

    (per 3 persone)

    quattro zucchinette novelle con i fiori attaccati

    50 gr speck a dadini

    olio

    2 uova piccole biologiche

    50 gr parmigiano grattuggiato

    sale e pepe

    bucatini 240 gr

    Preparazione:

    In una capace casseruola ho messo a bollire l’acqua salata per la cottura della pasta.

    Nel wok ho messo un filo d’olio a rosolare con i dadini di speck…appena si sono dorati per bene, ho aggiunto le zucchinette tagliate a julienne non troppo sottile e i fiori a listarelle…salato e pepato, e continuato la rosolatura a fuoco vivace, facendo saltare ogni tanto; le zucchine non devono ammollarsi, ma risultare appena cotte e comunque croccanti.

    Ho spento dopo circa 5 / 7 minuti.

    A parte ho sbattuto le uova con un pizzico di sale e pepe e il parmigiano grattuggiato, lasciando da parte.

    Ho cotto la pasta, l’ho scolata ben bene e l’ho buttata nel wok, facendo saltare per amalgamare perfettamente il condimento a fuoco vivace…a questo punto ho spento il fuoco e ci ho versato il composto di uova…ho continuato a saltare in modo da uniformare il tutto…col risultato che potete ben vedere…e poi ho servito!

    Mangiare subito, non si deve freddare assolutamente!!

    Simona Milani – Pensieri e pasticci