Nuovo attentato a Kabul. Kamikaze contro convoglio Nato

Un attentatore suicida in un’auto carica di esplosivo si è fatto esplodere contro alcuni mezzi di ricognizione. Il numero di morti è superiore sicuramente a venti, tra cui molti sono civili. I talebani hanno rivendicato l’attacco, in cui hanno perso la vita anche sei militari.

Al passaggio dei mezzi della missione Isaf a poca distanza dal Parlamento, l’obiettivo dell’attacco, l’attentatore suicida è entrato in azione.

Nell’esplosione sono rimasti coinvolti sei i militari morti, 5 americani e un canadese. Il convoglio della Nato attaccato da un kamikaze a Kabul nei pressi del Parlamento era “statunitense”. La replica degli attacchi dei talebani ha come cause dirette l’offensiva in Helmand e Kandahar.

La rivendicazione è arrivata telefonicamente per bocca di un portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid.
La gran parte dei morti e feriti, inclusi donne e bambini, si trovava a bordo di un autobus civile che passava per caso sul luogo dell’esplosione.

Emiliano Stefanelli