In ufficio? A Londra si va nudi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:36

Secondo Steven Suphi, psicologo comportamentale Londinese, business man e protagonista della serie inglese di documentari ‘The Naked Office‘, il clima lavorativo all’interno delle aziende sarebbe migliorabile se gli impiegati si recassero a lavoro completamente nudi: secondo lo studioso infatti, la “nudità sul lavoro” aumenterebbe il livello di stima e la fiducia fra colleghi.

Per adesso la teoria di Suphi è stata applicata solo all’interno della serie televisiva, la cui promozione ha visto recentemente sfilare nella metropolitana di Londra, nei vagoni e all’interno delle stazioni, due donne e due uomini completamente nudi, “corredati” solo di scarpe e borse per coprire le loro pudenda.

L’iniziativa pubblicitaria, che ha certamente colto alla sprovvista gli abituali pendolari Londinesi, ha però centrato il bersaglio: creare, a basso costo, una campagna pubblicitaria “virale”, tale cioè da essere ricordata dal pubblico per l’impatto “sconvolgente” e per questo essere trasmessa, raccontata e descritta ad altre persone attraverso il passaparola fino ad arrivare ai canali di comunicazione “istituzionali”.

Steven Suphi, che dalla campagna pubblicitaria vede un futuro allargamento alla realtà, sostiene: “Per la maggior parte delle persone nel Regno Unito andare a lavorare nel nudi è una prospettiva molto scoraggiante. Credo che questa pubblicità “estrema” li aiuterà ad oltrepassare i loro confini mentale e diventare una squadra affiatata, finchè la fiducia reciproca sarà sufficiente anche per andare a lavoro nudi.”

Emiliano Tarquini