Maria Luisa Busi uno dei volti di punta del Tg1, racconta a Vanity Fair della sua decisione di lasciare, la conduzione serale del Tg1.

Accusata di aver chiesto le dimissioni prima dello svecchiamento di Minzolini, direttore del Tg1, che tra l’altro l’ha accusata di fare ’strane espressioni facciali’ nel commentare le notizie del Tg, ha risposto:

“Non è così, non c’erano nemmeno voci di corridoio in questo senso […] Ho lasciato per impossibilità di aderire alla linea editoriale del direttore, non è stato un atto di coraggio, ma un atto doveroso di responsabilità del giornalista verso il pubblico”, lo stesso motivo per cui definisce la legge sulle intercettazioni ‘una legge bavaglio’.

“Il mio non è stato un gesto impulsivo. Ho iniziato ad avere delle perplessità dopo uno dei primi editoriali di Minzolini, quello sulla vicenda D’Addario, in cui si giustificava il fatto che il Tg1 non se ne era occupato perché si trattava di questioni personali del presidente del Consiglio […] Poi c’è stata la nostra notizia scorretta su Mills: i telespettatori ancora aspettano la rettifica del Tg1 […] È seguita la raccolta di firme pro-direttore. Chi non l’ha firmata è stato messo all’angolo, chi l’ha firmata è stato promosso”.

Per quanto riguarda il futuro la Busi afferma: “Cercherò di fare altro. Non penso che presenterò ancora un telegiornale”.

Luca Bagaglini