Guai Bridgestone: spettacolo in Formula 1

Ingegnere Bridgestone a lavoro

Nonostante i commenti positivi arrivati da parte di tutto il mondo degli appassionati di motori e riguardanti il Gran Premio del Canada, uno dei più divertenti degli ultimi anni, la Bridgestone ha deciso di optare per una scelta strategica più conservativa questa settimana a Valencia.

La casa nipponica porterà, infatti, lo stesso tipo di mescole che hanno mandato nel pallone tutte le squadre a Montreal; tuttavia, il Direttore del reparto corse, Hirohide Hamashima, ha dichiarato che il fornitore ufficiale di pneumatici della stagione 2010 si aspetta una gara completamente diversa, grazie all’asfalto più gommato del circuito cittadino spagnolo: “Anche se quest’anno il Gran Premio d’Europa si corre a giugno e non ad agosto come nelle precedenti edizioni, non prevediamo un comportamento anomalo da parte dei due compound”.

La Bridgestone ha fatto sapere, inoltre, che opterà per un gap più elevato tra le mescole da portare sul circuito tedesco di Hockenheim: le vetture monteranno le dure e le cosiddette ‘supermorbide’, essendo quello un tracciato su cui è difficile trovare il giusto grip con l’asfalto.

Nel frattempo, anche i Team Principal delle più importanti scuderie hanno fatto notare come, grazie semplicemente ad una scelta più azzardata da parte del fornitore di gomme, i Gran Premi di Formula 1 si possano trasformare in un vero e proprio spettacolo e i sessanta sorpassi di Montreal ne sono la conferma. È di auspicio, dunque, per il futuro una regolamentazione diversa in materia, che tenga conto anche di questi fattori e non soltanto dell’aerodinamica delle monoposto.

Alessia Anselmo

loading...