Duplice omicidio in Puglia, massacrati di botte padre e figlia

Nelle campagne di San Ferdinando di Puglia, nella provincia di Barletta-Andria-Trani, i carabinieri hanno rinvenuto i corpi di due persone, decedute dopo essere state massacrate di botte. I due, padre e figlia, sono bulgari di etnia rom e avevano rispettivamente 45 e 19 anni. Al pestaggio è sopravvissuto l’altro figlio dell’uomo: il ragazzo, 20 anni, ha riportato ecchimosi e traumi per le percosse ed ora è ricoverato presso l’ospedale “Dimiccoli” di Barletta in stato di shock. Sulla base delle sue dichiarazioni, ancora piuttosto confuse, gli investigatori stanno tentando di ricostruire l’accaduto. L’aggressione sarebbe opera di alcuni connazionali delle vittime e riguardo al movente non ci sono ancora ipotesi privilegiate: le forze dell’ordine non escludono la pista passionale, ma potrebbe anche trattarsi di un delitto legato al coinvolgimento in attività illecite oppure di un regolamento di conti all’interno della comunità di appartenenza. Il ragazzo superstite è comunque riuscito a fornire un contributo essenziale alla realizzazione degli identikit dei tre presunti responsabili dell’aggressione, ora ricercati dalle forze dell’ordine.

Tatiana Della Carità

loading...