Mondiali 2010, l’Italia va fuori giocando venti minuti

L’italia Campione del Mondo è già fuori al girone. Perde tre a due con la Slovacchia e non riesce a passare il turno. Dopo un primo tempo in cui era andata sotto di uno, nel secondo subisce anche il raddoppio per poi accorciare con Di Natale. Dopo un goal annullato per fuorigioco a Quagliarella è la Slovacchia a portarsi addirittura sul tre a uno. Inutile ma bellissima la volè di Quagliarella che ci da speranza nei minuti di recupero.

Marchetti 5: Il colpevole, sia chiaro, non è lui. Ma subisce tre tiri in porta e prende tre goal. Le colpe ce le ha sia sul primo, che vede partire ma non riesce a prendere, e sul secondo dove si fa infilare colpevolmente sul proprio palo. Certo non diamo colpe a lui, innegabili le qualità, ma forse è capitato nel momento sbagliato.
Criscito 5: troppo troppo timido. Non sale e non riesce a pressare per questo lascia spazio a Maggio.
Maggio 5: nella ripresa entra e dovrebbe dare un’impronta diversa ma non riesce a premere.
Chiellini 7: Indispensabile, li dietro è solo. Riesce a difendere bene e a sventare diverse situazioni.
Cannavaro 3: Un Mondiale che doveva lasciarlo a casa anche dopo la pessima stagione bianconera. Deludente su tutti gli aspetti, sul terzo gol ha molte colpe.
Zambrotta 6: tenta la scorribanda e nel secondo tempo ci riesce pure. Ma non è mai decisivo.
Gattuso 4: voto oggettivo, non era in condizione semplice.
Montolivo 5.5: involuzione rispetto alle prime due partite, sembra semplicemente pressato dal peso della partita.
Pirlo 6.5: Gestisce il pallone come pochi e spesso può riuscire a dare manforte.
De Rossi 5: Dovrebbe essere l’arma in più, sembra un palo.
Di Natale 7: Gioca e ci prova. Fa il goal della speranza e serve Quagliarella per quello del pareggio in fuorigioco. Bene bene un’ottima prestazione.
Quagliarella 8: Alla fine le lacrime, per lui 20 minuti in questo mondiale. Un goal non visto dal guardalinee, l’azione che scatena il goal di Di Natale, il goal a pallonetto che ci ha dato la speranza. Ha fatto più lui che tutta l’Italia in questo mondiale.
Iaquinta 6: giusto per l’impegno, non è stato il suo Mondiale.
Pepe 7: Il suo Mondiale, se fosse durato di più chissà quanto Pozzo si sarebbe pentito di averlo dato alla Juve per un tozzo di pane.

Matteo Fantozzi

loading...