Milano, Palazzo Reale: Impero romano e dinastie cinesi a confronto

MILANO – Il profilo romano dell’ imperatore Augusto non è mai stato così vicino allo sguardo del guerriero cinese della dinastia Qin. Per la prima volta, al Palazzo Reale di Milano fino al 5 settembre, una mostra mette a confronto i due più grandi imperi della storia antica: l’Impero romano e le dinastie cinesi Qin e Han (nel periodo che va dal II secolo a.C. al IV d.C.). Attraverso l’esposizione di 450 opere, vengono tracciati gli sviluppi paralleli dei due imperi nel mondo dell’arte, della scienza e della tecnica.

«Porre in dialogo due culture che incarnano e simboleggiano Occidente e Oriente significa aprirsi alla storia dei popoli», spiega Massimiliano Finazzer Flory, assessore alla Cultura del Comune di Milano. «Per scoprire così che le tangenze fra civiltà all’apparenza distanti non sono poche».

Fiore all’occhiello della mostra sono loro, imponenti, sontuosi, perfetti: i dieci guerrieri di terracotta dell’imperatore cinese Qin Shi Huagandi. I loro volti pulsano di vita, rendendo le espressioni facciali verosimili. A queste statue si aggiungono altre preziose testimonianze dell’Impero Qin, come uno stendardo in seta dipinta, un sarcofago laccato con intarsi di giada, affreschi di epoca Han, utensili in bronzo e oro, e molto altro ancora. Saranno loro affiancate numerose opere dell’epoca romana, fra cui affreschi pompeiani, statue di marmo provenienti dai più importanti musei della capitale, mosaici e altari funebri. Il tutto suddiviso in tappe tematiche. Per percorrere la via della seta attraverso le gallerie di una mostra.

Ivano Pasqualino – LaSestina