Usa, baby ladro colpisce ancora: ruba aereo e vola alle Bahamas

Lo hanno visto vicino al «Curly Tails», un locale della Great Abaco, Bahamas. Era senza scarpe. E non solo perché c’è la spiaggia. Lui è il «bandito scalzo». Colton Harris Moore, la leggenda volante. Un nuovo Jesse James di appena 19 anni, il cui nome corre dal Pacifico all’Atlantico sulle ali degli aerei che ruba. L’ultimo lo ha fregato, il 4 luglio, nello Stato dell’Indiana. Un Cessna 400 con il quale ha fatto un grande balzo di 1200 miglia. Colton lo ha poi abbandonato alle Bahamas dopo un atterraggio di fortuna. Del resto è l’unico che sa fare, visto che ha imparato a pilotare su Internet e grazie ad un manuale comprato con una carta di credito. Ovviamente rubata. Infatti, oltre a impadronirsi degli aerei — questo è il quinto in 2 anni —, Colton campa facendo il ladro. Si sarebbe impossessato di refurtiva per oltre un milione e mezzo di dollari. Raccontano che abbia iniziato a soli 12 anni, con una bicicletta. E poi è passato alle auto di lusso, ai motoscafi, infine ai Cessna. Famiglia disastrata — il padre se ne è andato, la mamma assente —, Colton è cresciuto in fretta. L’isola di Camano, a nord-ovest di Seattle, è diventato il suo regno. Capace di vivere all’aperto, si è arrangiato con i furti. Arrestato, è evaso nel 2008 e ha continuato a saccheggiare le case di vacanze. Poi si è spostato in Ohio tornando quindi — in aereo — nella sua isola. La polizia era ad un minuto dal ragazzo terribile, ma lui è scappato senza scarpe nei boschi. Un piccolo particolare che ha alimentato una grande storia. Colton è il Personaggio. Due siti seguono la sua latitanza, ha 50 mila amici su Facebook, artisti dell’Ovest hanno inciso canzoni in suo onore.

Come La ballata di Harry lo scalzo, che si chiude con «vola Colton vola», diventata la frase sulle T shirt messe in vendita da un fan. Un tizio ha fatto il calco di un’impronta (scalza) di Harry per poi offrirla su Ebay. Una popolarità che ha acceso di rabbia gli abitanti dell’isola. Disperati hanno ingaggiato un cacciatore di taglie. Non è servito. In primavera, «il bandito scalzo» ha deciso di spostarsi verso Est. Ed ha raggiunto l’Indiana, dopo aver svaligiato abitazioni in Oregon, Nebraska, Illinois, Sud Dakota. Il 18 giugno stava per finire in trappola. Una famiglia lo ha trovato in casa. Si era tagliato i capelli ed era nudo completo. È sparito prima dell’arrivo degli agenti. Ma ha capito che doveva cambiar aria. Ed ecco la mossa a sorpresa: la fuga alle Bahamas, dove lo cercano l’Fbi e squadre speciali. A Great Abaco ha «visitato» delle villette, poi a bordo di un battello rubato ha raggiunto Eleuthera, 65 chilometri più a sud. Chissà che non mediti un’azione spettacolare. A marzo, ha inviato un messaggio alla madre, Pam, chiedendole di fare spazio davanti a casa «perché verranno molti paparazzi». Per un complice di Harris dal nome strambo, Harley Davidson Ironwing, tra madre e figlio i rapporti sono sempre stati difficili.

Ma ora che Colton è famoso lei ha scoperto quanto vale. In tutti i sensi. Ha ingaggiato un avvocato delle star perché vuole tutelare i diritti di un libro, ha avuto contatti — smentiti — per fare un film. Intanto lo incoraggia a scappare. E quando le chiedono di Colton racconta che al figlio piacciono George W. Bush, Sinatra, gli «Earth, Wind and Fire». Ma tutti vengono dopo gli aerei. In quella che era la camera del figlio ci sono ancora i modellini di caccia e biplani. «Un giorno avrò la mia compagnia — le avrebbe detto —. E si chiamerà Fenice, come l’uccello risorto dalle sue ceneri». Brava Pam, un po’ di mitologia non guasta

Corriere.it