Paul, il polpo indovino dei Mondiali si ritira a vita privata

    Con la vittoria della Spagna, il polpo Paul ha fatto “l’en plein”. I Mondiali di calcio si chiudono con la consacrazione definitiva delle sue presunte doti divinatorie, visto che non ha sbagliato un solo pronostico.

    È lui la vera star di questo Campionato. E in tanti fanno la coda per vederlo dal vivo nell’acquario tedesco che lo ospita. “Mi sembra davvero strano che un polpo sia in grado di predire una cosa del genere” commenta un visitatore. “Penso che si tratti piuttosto di una coincidenza”. “Io non ci credo” afferma un altro. “È notevole, ma cosa volete farci? Purtroppo aveva ragione”.

    Tra i vari responsi azzeccati, Paul aveva pronosticato, scegliendo il cibo dal contenitore con la bandiera della Germania, la vittoria della Nazionale tedesca contro l’Inghilterra e l’Argentina rispettivamente negli ottavi e nei quarti. Aveva predetto anche la sua sconfitta nella semifinale contro la Spagna. E la vittoria contro l’Uruguay per il terzo posto del Campionato. Quanto alla finale, non aveva esitato a scegliere le “Furie Rosse”.

    Finiti i Mondiali, il polpo tornerà ora a una vita più tranquilla. “Paul vuole ora accomiatarsi dal mondo intero” spiega Daniel Fey, dell’acquario Sea Life di Oberhausen. “Gli è piaciuto molto tutto l’interesse che i media gli hanno dimostrato, ma ora tornerà al suo vecchio lavoro. Dobbiamo tener presente che è piuttosto anziano. Due anni e mezzo non sono pochi per un polpo”.

    Paul aveva una probabilità su 356 di indovinare otto pronostici consecutivi.

    Euronews