Roberto Saviano: “Non c’è giorno che non odi Gomorra”

«Non c’è giorno nel quale non odi Gomorra»: non lo dice Berlusconi, e nemmeno il calciatore Borriello, ma lo stesso autore del bestseller, Roberto Saviano, in un articolo pubblicato sul numero del settimanale tedesco Stern da oggi in edicola.

«Lo detesto» rivela lo scrittore napoletano. «Quando vedo il libro in qualche vetrina di libreria, mi giro dall’altra parte». Saviano che dalla pubblicazione del libro, quattro anni fa, vive da clandestino per le minacce delle camorra, nell’ articolo racconta la sua vita quotidiana con le guardie del corpo in camere d’ albergo che cambiano di continuo o in abitazioni segrete.

«Vivere così ti distrugge. Crolla tutto. E con i nuovi amici, in posti nuovi, con le nuove abitudini c’è anche un nuovo Roberto Saviano, che le circostanze hanno reso diverso. Diverso dalla gente che frequentava prima. Probabilmente una persona peggiore. Diffidente, perché sempre sotto minaccia, e più concentrato su se stesso, essendo diventato un simbolo».