Calciomercato Juventus: Tremoulinas, terzino sinistro del Bordeaux, interessa i bianconeri

ROMA, 16 luglio – Dopo aver fatto gli auguri a Laurent Blanc, diventato il nuovo commissario tecnico della Francia, travolta al Mondiale dai litigi interni e rispedita a casa al primo turno, il Bordeaux ha cominciato a disegnare la squadra per la prossima stagione. La panchina è stata affidata a Jean Tigana, ex centrocampista, passo svelto e tocco elegante, campione d’Europa nel 1984 con la nazionale guidata da Michel Hidalgo: toccherà a lui raccogliere la pesante eredità lasciata da Blanc, tre stagioni a Bordeaux e quattro trofei vinti (uno scudetto, due Supercoppe e una Coppa di Francia). Tigana era fuori dal circuito dal 2007, quando aveva concluso il rapporto con i turchi del Besiktas. In precedenza aveva lavorato anche in Inghilterra, nel Fulham. E prima ancora si era distinto alla guida dell’Olympique Lione e del Monaco.

IL NUOVO PROGETTO – Si riparte da Tigana, 55 anni, che ha conquistato da allenatore uno scudetto e una Supercoppa con il Monaco, lasciando un segno importante anche nel Besiktas: due Coppe di Turchia e una Supercoppa. Domani il Bordeaux di Tigana disputerà la sua prima amichevole di un certo livello contro l’Ajaccio, club che partecipa al campionato di serie B e che nella scorsa stagione si è piazzato al tredicesimo posto. Il debutto in Ligue 1, invece, è previsto per l’8 agosto in trasferta contro il Montpellier.

LA PARTENZA DI CHAMAKH – Durante il mercato è andato via il pezzo più pregiato della squadra: il centravanti Marouane Chamakh, 26 anni, 10 gol nel torneo passato, si è trasferito all’Arsenal. Un divorzio annunciato da tempo, considerando che Arséne Wenger gli aveva fatto firmare il contratto già nell’estate del 2009: un grande colpo a parametro zero per la società londinese e un danno enorme per il Bordeaux, che aveva provato invano a prolungare l’accordo con Chamakh. Una perdita difficile da tamponare, ma il presidente Jean-Louis Triaud è riuscito a trattenere le altre pedine più importanti: dal mediano brasiliano Fernando Menegazzo al trequartista Yoann Gourcuff, fino all’esterno Wendel (specialista dei calci di punizione) e al centravanti argentino Cavenaghi, che progetta il suo riscatto (dal 2007 al 2009 aveva segnato 28 gol, mentre nell’ultimo torneo si è fermato a quota 3).

LA SCALATA DI TREMOULINAS – Nella lista degli intoccabili è stato inserito anche Benoit Tremoulinas, 24 anni, terzino sinistro di grande qualità. In Francia hanno scritto che il giocatore piace alla Juventus: è un laterale che spinge e si sovrappone ai centrocampisti. Ha caratteristiche che si potrebbero sposare bene con il sistema di gioco di Del Neri. Tremoulinas è abituato ai movimenti della difesa a quattro: prende in consegna l’esterno avversario, in fase di marcatura è attento, ma sale in cattedra quando può accelerare e arrivare al cross. Nell’ultima stagione si è messo in evidenza: 35 presenze e 2 gol in Ligue 1 contro l’Auxerre e il Sochaux. A Blanc era sempre piaciuto per le sue doti di maratoneta e per la resistenza: nello scorso torneo neppure una sostituzione.

LA STORIA – Tremoulinas è nato a Lormont il 28 dicembre del 1985: è cresciuto nel vivaio del Bordeaux e ha firmato un contratto fino al 30 giugno del 2013. Agile e rapido nei recuperi, nelle chiusure, è alto un metro e 73 e peso 64 chili. Tremoulinas è francese, ma la sua famiglia proviene dall’isola della Reunion, che si trova nell’oceano Indiano. Il terzino era stato richiesto a giugno dal Tottenham: la trattativa si è arenato subito. Il Bordeaux potrebbe cederlo soltanto di fronte a un’offerta elevata: la valutazione è di sette milioni di euro. In passato anche la Fiorentina aveva cercato Tremoulinas: il direttore sportivo Pantaleo Corvino era andato a studiarlo, pensando al francese come a una possibile alternativa al peruviano Juan Manuel Vargas.

I PARAGONI CON LIZARAZU – Tremoulinas ha esordito in Ligue 1 il 15 agosto del 2007 contro il Le Mans. Dal 2008 è diventato titolare: ha scelto la maglia numero 28 e ha battuto la concorrenza dell’esperto Franck Juretti, 35 anni, e del giovane Floran Marange, che nel frattempo è stato ceduto al Le Havre e più avanti al Nancy. Il suo primo gol l’ha realizzato in Coppa di Lega, in occasione della gara vinta (4-2) contro il Guingamp. C’è anche un retroscena su Tremoulinas. Laurent Blanc, il suo ex allenatore, ha giocato nell’Inter dal 1999 al 2001 ed è rimasto in ottimi rapporti con il presidente Massimo Moratti. Nella scorsa estate, durante un viaggio a Milano, lo aveva segnalato all’Inter il terzino sinistro, ritenendolo adatto al calcio italiano. Tremoulinas, ora che Blanc ha preso il timone della Francia, potrebbe trovare spazio in nazionale: è uno dei giocatori in rampa di lancio. I giornalisti di Bordeaux hanno spesso accostato Tremoulinas, per caratteristiche fisiche e tecniche, a Bixente Lizarazu, altro mancino che aveva indossato la maglia biancoblù dal 1987 al 1996, vincendo poi con la Francia il Mondiale nel 1998 e l’Europeo nel 2000 contro l’Italia del ct Zoff.

Corrieredellosport.it