Totti “intimo” a Radio2: “La mia prima volta a 12 anni. Roma è la città più bella del mondo”

Roma, 16 lug. – ”La mia prima volta? A 12 anni con una ragazza che si chiamava Simona, sulle spiagge di Tropea. Ma non ci ho capito niente…”. Francesco Totti risponde sorridendo alle domande di ‘Io Chiara e l’oscuro’, su Radio2. ”Ho scoperto la sessualità sentendo quello che dicevano gli altri, quello che raccontavano gli amici”, dice il capitano della Roma in un’intervista a 360°. Il legame con Roma, città e squadra, è totale. ”La Lega ce l’ha con Roma? Sono invidiosi… Roma è la città più bella del mondo. Mi piace tutto: Roma, i romani, il mare… Sento ovunque tanto affetto per me”. ”Magari -aggiunge- vorrei che per 5 minuti nessuno mi vedesse. Dovunque vada, mi chiedono di fare foto e autografi. Io, alla fine, sono un buono. Essere buoni significa mettersi a disposizione di tutti. L’invidia non fa parte del mio repertorio, ma in giro ce n’è tanta…”. Quanto al futuro della società giallorossa Totti spera che a comprare sia qualche sceicco. ”Dobbiamo ringraziare la famiglia Sensi per quello che ha fatto o per quello che farà. Però, se dovesse venire uno sceicco arabo…”, aggiunge il numero 10.

A settembre, Totti compirà 34 anni. In carriera ha dovuto fare i conti con infortuni e operazioni. Se il ginocchio ha dato problemi, la testa ha sempre funzionato alla perfezione. ”Non sono mai stato da uno psicologo, non ci ho mai pensato. Per il momento non mi serve”, dice. Un aiuto speciale, magari, servirebbe dopo una sconfitta bruciante. ”Quando perdi una partita importante, la disperazione dura 2-3 giorni. Quando vinci, invece, la gioia dura meno”, osserva. ”La felicità per la vittoria ai Mondiali 2006, però, dura ancora adesso. E’ qualcosa che rimane per sempre”.

Adnkronos